Dovizioso Buriram Day 3Ducati Notizie News MotoGP 2018 Racing 

Buriram test MotoGP conclusi tra certezze e dubbi.

Ultima giornata di test MotoGP sul circuito tailandese di Buriram. Andrea Dovizioso 7° e Jorge Lorenzo solamente 16° nella classifica combinata dei tre giorni.

Si è da poco conclusa la terza giornata di test sul Chang (Circuito Internazionale di Buriram), che ospiterà il 7 ottobre prossimo il primo GP della Tailandia.

Molte le attese, come già indicato nell’articolo di ieri, in considerazione del fatto che le incognite erano più del normale e serviva più tempo del solito per prendere confidenza con tutti i dettagli, le specifiche nuove degli pneumatici portati sperimentalmente da Michelin, la pista completamente nuova per tutti i piloti, senza trascurare le nuove moto ancora in fase di sviluppo e definizione del mix di materiale migliore.

I due piloti del Ducati Team hanno cercato di sfruttare le tre sessioni di prova a disposizione sia per memorizzare il nuovo tracciato che per provare le tante novità messe a disposizione dalla squadra:
Andrea Dovizioso,
già certo che la strada tracciata con la GP18 sia quella da seguire, si è concentrato su un meticoloso lavoro di messa a punto su una pista con caratteristiche particolari, con curve che non sono certo ideali per la rossa di Borgo Panigale, trovando cionostante riscontri cronometrici positivi con una certa facilità.
Jorge Lorenzo
, che a Sepang aveva definito un capolavoro la nuova GP18, in Tailandia ha addirittura effettuato un comparativa con la GP17 (sottratta temporaneamente a Petrucci) non riuscendo a trovare con entrambe il feeling ideale per cercare il tempo.

La classifica del Day 3 ha visto così un Dani Pedrosa in gran spolvero seguito immediatamente dall’ottimo Johann Zarco, entrambe in 1:29 alto, seguiti da vicino da Crutchlow, Marquez, Rins, Miller e Dovizioso raggruppati nell’1:30 basso.

Pos Pilota Team Giro Veloce Ritardo Distacco Giri
1 PEDROSA, Dani Repsol Honda Team 1:29.781 77 / 78
2 ZARCO, Johann Monster Yamaha Tech 3 1:29.867 0.086 0.086 44 / 47
3 CRUTCHLOW, Cal LCR Honda CASTROL 1:30.064 0.283 0.197 50 / 81
4 MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1:30.143 0.362 0.079 27 / 96
5 RINS, Alex Team SUZUKI ECSTAR 1:30.178 0.397 0.035 15 / 66
6 MILLER, Jack Alma Pramac Racing 1:30.190 0.409 0.012 17 / 50
7 DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 1:30.192 0.411 0.002 52 / 58
8 NAKAGAMI, Takaaki LCR Honda IDEMITSU 1:30.456 0.675 0.264 60 / 78
9 RABAT, Tito Reale Avintia Racing 1:30.476 0.695 0.020 42 / 52
10 ROSSI, Valentino Movistar Yamaha MotoGP 1:30.511 0.730 0.035 69 / 70
11 PETRUCCI, Danilo Alma Pramac Racing 1:30.573 0.792 0.062 11 / 43
12 VIÑALES, Maverick Movistar Yamaha MotoGP 1:30.590 0.809 0.017 66 / 69
13 MORBIDELLI, Franco EG 0,0 Marc VDS 1:30.648 0.867 0.058 69 / 71
14 ESPARGARO, Aleix Aprilia Racing Team Gresini 1:30.701 0.920 0.053 64 / 65
15 IANNONE, Andrea Team SUZUKI ECSTAR 1:30.718 0.937 0.017 19 / 78
16 SMITH, Bradley Red Bull KTM Factory Racing 1:30.921 1.140 0.203 56 / 71
17 KALLIO, Mika Red Bull KTM Factory Racing 1:31.169 1.388 0.248 54 / 84
18 REDDING, Scott Aprilia Racing Team Gresini 1:31.311 1.530 0.142 8 / 63
19 LUTHI, Thomas EG 0,0 Marc VDS 1:31.354 1.573 0.043 71 / 81
20 BAUTISTA, Alvaro Ángel Nieto Team 1:31.486 1.705 0.132 36 / 37
21 SYAHRIN, Hafizh Monster Yamaha Tech 3 1:31.537 1.756 0.051 46 / 47
22 LORENZO, Jorge Ducati Team 1:31.627 1.846 0.090 14 / 68
23 SIMEON, Xavier Reale Avintia Racing 1:32.019 2.238 0.392 21 / 51
24 ABRAHAM, Karel Ángel Nieto Team 1:32.024 2.243 0.005 18 / 38

 

La classifica combinata finale (miglior crono delle tre giornate di test), non è comunque troppo brillante per il team ufficiale Ducati, Andrea Dovizioso si è piazzato al settimo posto con 1’30.192 relativamente vicino alla vetta, mentre Jorge Lorenzo nonostante abbia svolto un lavoro incessante fino al termine del tempo a disposizione, non è riuscito a migliorare il tempo di ieri ed ha chiuso i test in ventiduesima posizione oggi, sedicesima posizione combinata grazie al tempo di ieri di 1’30.729.

Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 1’30.192 (7° – 58 giri oggi)
“Sono stati tre giorni molto utili, in cui siamo riusciti a fare parecchio lavoro e a provare bene le carene, il telaio e l’altro materiale nuovo che Ducati ha portato qui in Tailandia. Non è stato un compito facile perchè comunque faceva davvero caldo e questa pista è un pò particolare, però abbiamo raccolto tante informazioni utili e confermato che la GP18 è una moto molto competitiva. Per giudicare meglio le prestazioni dei nostri avversari dovremo anche vedere con che tipo di gomma hanno ottenuto i loro tempi, però secondo me qui a Buriram noi siamo messi bene, come in Malesia. Torno a casa molto contento e pronto a ripartire fra due settimane per il Qatar, dove vogliamo preparare bene la prima gara del campionato 2018.”

Jorge Lorenzo (Ducati Team #99) – 1’30.729 (16° – 68 giri oggi)
“Purtroppo per me sono stati tre giorni molto complicati, perché non sono mai riuscito ad essere veramente competitivo. Non mi sentivo a mio agio sulla GP18 e ieri ci sono venuti anche dei dubbi per cui oggi abbiamo deciso di fare una prova comparantiva con la moto dello scorso anno. Come succede quasi sempre ci sono dei pro e dei contro in entrambe le versioni, ma al momento ci sembra che la GP18 abbia un maggior potenziale per cui ci concentreremo su questa moto nel prossimo test in Qatar.”

Tra i piloti Ducati ci sentiamo di promuovere a pieni voti Jack Miller che sta dando fino a questo momento lezione a tutti per quanto riguarda la velocità di adattamento alla Desmosedici, bravo, costante e veloce; Andrea Dovizioso una conferma la sua da parte di un professionista che dalla fine del 2016 ha trovato evidentemente in se stesso alcune delle risposte cercate per anni; Danilo Petrucci alla rincorsa del nuovo compagno di scuderia e infine Jorge Lorenzo che nonostante la sua indiscussa classe sta oscillando un po’ troppo tra i vertici e le retrovie, qualunque sia la ragione.

I piloti della MotoGP torneranno in pista dall’1 al 3 marzo sul circuito di Losail, in Qatar, in preparazione del primo Gran Premio della stagione in programma sullo stesso tracciato il 18 marzo.

Related posts

Leave a Comment