DW News MotoGP 2019 Pramac Ducati News Racing 

Sensazioni positive per Pramac Racing nel venerdì di attività a Jerez de la Frontera

Il nuovo asfalto del Circuito de Jerez – Angel Nieto funziona alla grande e già ad inizio FP1 i tempi sono vicini al record della pista. Jack Miller parte subito forte e chiude al 10° posto nella classifica combinata. Nelle FP2 Francesco Bagnaia (13° nella classifica combinata) migliora di oltre un secondo il suo tempo del mattina. Grande fiducia per entrambi i piloti di Pramac Racing in vista delle qualifiche di domani.

FP1 (Practice condition: dry – Air 20° – Ground 28°)

P7 Jack Miller (1’38.464, +0.543 from P1)

Jack inizia fortissimo e rimane nelle prime posizioni per tutta la sessione. Il pilota australiano completa 13 giri usando sempre le stesse gomme (medie)

P21 Pecco Bagnaia (1’39.675, +1.241 from Top 10, +1.754 from P1)

Qualche problema in frenata, soprattutto sul posteriore, per Pecco che comunque ottiene il suo miglior tempo al 15° giro con le gomme usate.

FP2 (Practice condition: dry – Air 25° – Ground 48°)

P10 Pecco Bagnaia (1’38.593, +0.684 from P1)

Il feeling con la moto migliora giro dopo giro e con le gomme hard Bagnaia fa registrare un tempo molto interessante in vista delle decisive FP3 di domani.

P11 Jack Miller (1’38.606, +0.013 from Top 10, +0.726 from P1)

Jack si dedica al passo gara e rimane in pista (23 giri) più di ogni altro. Anche il pilota australiano non può sfruttare la gomma morbida a causa di un errore.

P13 – Pecco Bagnaia

“Dopo le FP1 non ero contento perché non siamo riusciti a trovare un buon assetto. Nelle FP2 le cose sono andate molto meglio. Mi sono trovato molto bene con la gomma hard. Purtroppo la bandiera rossa non mi ha permesso di sfruttare al meglio il time attack ma sono comunque fiducioso”.

P10 – Jack Miller

“La moto lavora bene ed i tempi non sono molto indicativi. Avrei potuto fare molto meglio sul chrono ma ho commesso un piccolo errore sbagliando marcia. Comunque sono soddisfatto perché è stata una buona giornata anche perché sul passo gara siamo andati molto bene”.

Related posts